Il Processo Produttivo

la-scelta-del-caffè

La scelta del caffè…

Al centro del mondo Planet Coffee c’è naturalmente il caffè: la Coffea Arabica e la Coffea Canephora (Robusta) sono le due specie utilizzate per la produzione e la commercializzazione di questo prodotto.
La pianta cresce nella fascia dei Tropici, a un’altezza che varia dai 200 ai 2.000 m circa.
I frutti si chiamano ciliegie e, come le ciliegie, si raccolgono quando sono maturi e di un bel rosso o giallo brillante. I preziosi chicchi si trovano all’interno.

Una materia prima eccellente è fondamentale per la qualità del prodotto finito, così come il controllo costante di ogni fase di lavorazione.
I nostri esperti seguono tutta la produzione, dall’acquisto all’estrazione finale in tazza, per garantire che il caffè risponda ai nostri Standard di Qualità.

La raccolta

I sistemi di raccolta più usati nella coltivazione del caffè sono due:

•  Picking: esclusivamente manuale, seleziona e coglie una per una solo le ciliegie mature e quindi richiede più passaggi. Garantisce un raccolto più omogeneo e di qualità migliore
•  Stripping: può essere manuale o meccanizzato e asporta in un solo passaggio tutti i frutti quando sono mediamente maturi. Richiede spesso un controllo successivo, per eliminare le impurità e le ciliegie acerbe o già fermentate

Il passo successivo è l’estrazione del chicco dal frutto, attraverso una lavorazione chiamata beneficio che può essere umido o secco:

• il beneficio umido si impiega per i frutti raccolti tramite picking e produce un caffè classificato come lavato o mild, di qualità più pregiata e dall’aspetto uniforme, privo di difetti.

 

Questa lavorazione richiede ciliegie di maturazione e consistenza omogenea. Una macchina asporta la buccia dai chicchi che poi vengono messi in acqua a fermentare, per eliminare la polpa mucillaginosa. I chicchi vengono quindi lavati e passati ad asciugare al sole o in essiccatoio. Una decorticatrice elimina infine le due membrane protettive rimaste.

• Il beneficio secco produce un tipo di caffè dall’aspetto meno uniforme, detto naturale. I frutti appena raccolti vengono stesi all’aria e al sole per due-tre settimane. L’azione del sole e, in seguito, delle macchine elimina buccia, polpa e membrane protettive.

• Esiste anche una lavorazione che produce un caffè detto semi-washed e che utilizza una macchina per asportare sia la buccia sia la polpa e impiega l’acqua solo per il lavaggio. I chicchi sono quindi messi ad asciugare al sole o negli essiccatoi.

la-raccolta-del-caffè
le-miscele-di-caffè

Le miscele

Gli esperti di Planet Coffee selezionano le migliori qualità, assaggiando il caffè crudo: il caffè Palnet è certificato dal primo chicco.

I caffè selezionati passano quindi alla miscelazione: una vera arte, eseguita nei nostri laboratori. Le miscele sono ricette segrete del torrefattore, messe a punto con cura, che rendono unico e riconoscibile il caffè del produttore. Tutti i prodotti Planet Coffee per la casa, l’ufficio o il bar sono delle miscele.

Le miscele migliori includono fino a cinque o sei tipi diversi di caffè (chiamate origini) e possono essere 100% Arabica o un mix di Arabica e Robusta: dolci e fragranti le prime, corpose e decise le seconde.

In genere, un’Arabica lavata sarà più fine e acidula di una naturale, che si presenterà invece più dolce ed equilibrata, mentre una Robusta lavata avrà, per esempio, più rotondità rispetto a una naturale.

Il gusto della miscela cambia anche in base alla provenienza dei vari caffè: una prevalenza di origini brasiliane darà un gusto pieno e cioccolatato, mentre con le origini centroamericane si ottengono miscele più aromatiche e delicate.

Particolare attenzione è posta alle miscele decaffeinate: il punto di partenza è il caffè decaffeinizzato con un metodo naturale a base di anidride carbonica. Il processo si basa sulla capacità della CO2 di estrarre la caffeina senza interferire con le caratteristiche organolettiche del caffè.

La torrefazione

La competenza di Planet Coffee in questo campo permette di formulare cicli specifici di tostatura, combinando tempo e temperatura per esaltare le particolarità di ogni miscela.

In questa fase i chicchi subiscono una metamorfosi: cambiano colore, calano di peso, aumentano di volume, perdono umidità e soprattutto acquistano aroma. È proprio l’esposizione alle alte temperature che consente ai chicchi di sviluppare le loro qualità aromatiche.

  • A 100° C acquistano un colore dorato e il profumo della tostatura inizia a farsi sentire
  • Oltre i 150-180° C diventano più grandi, lucenti, di colore marrone
  • A 200-230° C la torrefazione è a livello ottimale e il caffè assume il suo profumo caratteristico
  • Estratto dalla tostatrice, il caffè viene rapidamente portato a temperatura ambiente con flussi d’aria e acqua fredda vaporizzata

I tempi variano in base ai tipi di caffè trattato e alle modalità di utilizzo:

  • cicli brevi per i Robusta, che esaltano la corposità e ammorbidiscono le note più legnose
  • cicli medi per gli Arabica, per accentuare la fragranza e la dolcezza delle miscele
  • le miscele per espresso (rapidità di estrazione, pressione elevata, ecc.) richiedono cicli di tostatura lunghi in grado di ottimizzare le prestazioni delle macchine, per ottenere il risultato finale di un espresso cremoso e ben amalgamato

I nostri esperti hanno individuato nella tecnologia a convenzione il metodo migliore per una torrefazione uniforme e rispettosa delle caratteristiche del caffè.

la-torrefazione
macinatura-caffè

La macinatura

l grado di macinatura (fine – media – grossa) modifica la resistenza del caffè al passaggio dell’acqua influenzando la velocità d’estrazione e quindi le caratteristiche organolettiche finali della bevanda in tazza:

  • Le miscele espresso sono macinate molto fini per agevolare la rapidità dell’estrazione tipica di questo sistema di preparazione e permettere all’acqua di catturare il massimo dell’aroma in pochi secondi
  • Il caffè all’americana, preparato con le caffettiere a filtro, richiede una macinatura più grossa, che trattenga l’acqua il tempo necessario all’infusione e al passaggio dell’aroma
  • La moka dà il meglio di sé con le miscele a macinatura media

Le miscele Planet Coffee macinate rispettano questi criteri e ti assicurano sempre il miglior risultato per ogni sistema di utilizzo. Fuori casa, dove è il barista a occuparsi della macinatura, ci impegniamo a garantirti il migliore espresso italiano.

Lo stoccaggio ed il confezionamento

Il caffè macinato è molto delicato e si deteriora rapidamente al contatto con aria, luce, calore e umidità. Prima del confezionamento, viene stoccato in ambienti ad atmosfera controllata, dove l’anidride carbonica che si forma naturalmente durante la torrefazione si disperde in tempi molto brevi, mantenendo intatta la fragranza del caffè.
Il confezionamento avviene poi con materiali e tecniche all’avanguardia, in grado di conservare a lungo la qualità Planet Coffee. I nostri esperti sono sempre alla ricerca delle soluzioni più adeguate, dal punto di vista sia della conservazione sia della sostenibilità ambientale.

il-confezionamento-delle-cialde